Giornate di prevenzione per OSTEOPENIA e OSTEOPOROSI

Giornate di prevenzione per OSTEOPENIA e OSTEOPOROSI

Sabato 29 Ottobre 2016 e 11 Novembre giornate di prevenzione per OSTEOPENIA e OSTEOPOROSI con esame M.O.C. ( tecnologia non invasiva ad ultrasuoni) al prezzo agevolato di 20 euro.
POSTI LIMITATI – Info e prenotazioni: 3297837489
PROGETTO ASSISTENZA ROMA di via Monte Delle Gioie 49 Roma
Verrà rilasciato nell’immediato un report sulla salute ossea del paziente.

VI INVITIAMO A LEGGERE LA DESCRIZIONE DELL’ESAME RIPORTATA QUI DI SEGUITO:

La densitometria ossea ad Ultrasuoni (QUS) e valutazione clinica dell’Osteoporosi:
l’Osteoporosi è una malattia caratterizzata dalla riduzione del contenuto minerale delle ossa e da alterazioni della microstruttura ossea. La perdita progressiva della massa ossea che si riscontra nei pazienti affetti da Osteoporosi comporta l’insorgenza progressiva di marcata fragilità ossea con conseguente esposizione del paziente ad un importante rischio di fratture, anche per traumi di lieve entità, spesso con recidive che comportano nel tempo disabilità e riduzione della qualità della vita. Le sedi più frequenti di frattura sono: femore, corpi vertebrali, polso e omero. L’Osteoporosi è riconosciuta come Malattia Sociale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sia perché in costante aumento, correlato all’invecchiamento demografico della popolazione, sia per la rilevanza del suo impatto sociale e per i costi che la disabilità determina. ( Società Italiana dell’Osteoporosi,del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro). Attualmente la Tecnologia mette a disposizione del Medico clinico strumenti di ultima generazione, affidabili e soprattutto scevri da rischi di qualsiasi tipo e da effetti collaterali.
Il densitometro ad ultrasuoni (QUS) permette, infatti, di valutare la densità minerale delle ossa risultando particolarmente utile nella diagnosi e nel monitoraggio dell’osteoporosi.
Questo strumento è stato ampiamente studiato e validato dalla Comunità Scientifica Internazionale e consente di valutare anche l’osso calcaneare, ricco di tessuto osseo trabecolare, che viene preso come riferimento proprio per la sua somiglianza con il tessuto delle vertebre; il calcagno e le vertebre sono, infatti, tra le prime sedi ad essere colpite da un processo osteoporotico. E’ stato ampiamente dimostrato che i parametri ultrasonografici sono in grado di prevedere il rischio di fratture osteoporotiche sia nelle donne che negli uomini e che l’analisi combinata dei parametri ultrasonografici con la valutazione dei fattori di rischio individuali migliora la previsione del rischio di frattura. E’ da rilevare che in anni recenti sono state proposte terapie antiosteoporotiche efficaci che hanno dimostrato, in diversi studi, la riduzione nel tempo dell’incidenza delle fratture con conseguente miglioramento della qualità della vita dei pazienti e in ultima analisi anche della spesa sanitaria. La possibilità di studiare caratteristiche strutturali e geometriche dell’osso mediante gli ultrasuoni rende particolarmente adatto il densitometro QUS al Medico clinico che intende avvalersene nell’ambito di una valutazione clinica dell’Osteoporosi e dei suoi fattori di rischio.
Il Medico esperto di Osteoporosi potrà così effettuare un corretto inquadramento diagnostico della malattia, e ciò consentirà l’introduzione di adeguate norme di prevenzione e di terapia in grado di contrastare efficacemente il decorso dell’Osteoporosi.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi